Studi, ricerche e collegamento fra le associazioni

Festival del Volontariato

 

site / festivalvolontariato.it

social / facebook#Fdv2016

 

Festival Italiano del Volontariato 2016 | Lucca 14 – 17 aprile 2016

Una nuova location, il prestigioso Palazzo Ducale di Lucca, un tema sfidante e nuove possibilità di coinvolgimento e collaborazione. Si stanno scaldando i motori della sesta edizione del Festival Italiano del Volontariato, la kermesse della solidarietà che ha visto dal 2011 proporre Lucca, il Centro Nazionale per il Volontariato (Cnv) e la Fondazione Volontariato e Partecipazione (Fvp) come centro pensante del mondo della solidarietà.
L’edizione 2016 si terrà dal 14 al 17 aprile prossimi nelle sale e nei cortili di Palazzo Ducale, grazie alla collaborazione della Provincia di Lucca che ha messo a disposizione la sua antica e prestigiosa sede per l’evento. “Abitare le città invisibili” sarà il tema del 2016.

 

Festival del Volontariato 2015 | Lucca 16 – 19 aprile 2015

E’ stata fissata la data per l’edizione 2015 del Festival del volontariato: dal 16 al 19 aprile le vie del centro storico di Lucca torneranno a riempirsi di volontari e addetti del terzo settore provenienti da  tutto lo stivale per confrontarsi e conoscersi.
Il nuovo appuntamento è stato  annunciato sabato 28 giugno  da Edoardo Patriarca,  presidente del Cnv – Centro nazionale per il Volontariato: “Lucca – ha affermato Patriarca – come in passato, è ancora una volta al centro dei processi che riguardano il volontariato. Ha dato inizio alla riforma del terzo settore, che nei prossimi giorni dovrebbe arrivare sul tavolo del consiglio dei ministri. Ma ha anche proposto nel corso del Festival i temi che sono oggi al centro dell’agenda politica”. “Ora siamo già al lavoro per l’edizione 2015. L’obiettivo? – ha concluso il presidente del CNV –  Crescere ancora di più”.

 

Festival del Volontariato 2014 | Lucca 10 – 13 aprile 2014

Il Festival del volontariato 2014 si è chiuso con oltre 32mila presenze in quattro giorni, ben 9mila in più rispetto all’edizione precedente. A Lucca, dal 10 al 13 aprile, all’evento organizzato dal Centro nazionale per il volontariato insieme alla Fondazione volontariato e partecipazione, tra ospiti e relatori hanno preso parte 650 persone. Gli eventi sono stati 130. E poi, ancora: 16 spettacoli, 40 stand e 43 desk allestiti al Real Collegio (sede centrale del Festival), 630 organizzazioni, 20 mezzi di protezione civile in mostra in piazza del Giglio e 450 volontari in divisa coinvolti in quattro giorni.

Staffetta con 4mila volontari – I numeri del Festival 2014 raccontano anche una forte presenza di giovani e sportivi. Sono oltre 4mila coloro che hanno partecipato alla marcia e alla staffetta della solidarietà, 80 le associazioni sportive che hanno aderito. Più di mille, invece, gli studenti delle scuole medie e superiori che hanno partecipato attivamente alle attività. Oltre alle scuole di Lucca, al Festival hanno c’erano più di 120 studenti delle scuole toscane grazie al Campus della legalità promosso da Cesvot e Regione Toscana. Mentre 15 associazioni e oltre 200 giovani hanno avuto un ruolo attivo nella caccia al tesoro organizzata nel centro storico della città dalla cooperativa Zefiro in collaborazione con Cnv.

5mila girandole e 12mila spille – Nei quattro giorni dedicati al volontariato sono state distribuite nelle piazze 70 bandiere, 12mila spille e 5mila girandole composte dai detenuti del carcere San Giorgio di Lucca (20 dei quali hanno anche partecipato a un incontro formativo sulla protezione civile). Grazie al sostegno del Comune di Capannori, oltre 200 persone sono salite sulla mongolfiera collocata sugli spalti, che di fatto ha contribuito alla promozione del network ‘I cantieri del bene comune’. Ben 1.600 le prestazioni offerte gratuitamente ai cittadini nel corso delle giornate della prevenzione sanitaria promosse all’interno del Festival dall’associazione Don Franco Baroni Onlus, Lions Club e da molte atre associazioni di volontariato e cooperative socio-sanitarie.

Partner e patrocini – Sono invece 112 i partner del Festival del volontariato 2014. La manifestazione ha raccolto l’adesione del Presidente della Repubblica e il patrocinio di tre ministeri (giustizia, lavoro e istruzione) e della Presidenza della Camera dei Deputati. Da segnalare inoltre la collaborazione con il Dipartimento nazionale della Protezione civile per l’organizzazione dell’evento #SocialProciv. Oltre a loro moltissime associazioni ed enti, a cominciare da Anci e Cinsedo. Tra i media partner, da segnalare la rinnovata collaborazione con il Corriere della Sera – che oltre a ‘Le buone notizie’ ha lanciato di fronte al premier Renzi la pagina ‘Corriere sociale’ – e alla Rai con Tg1 Fa’ la cosa giusta. Un rapporto di sinergia che ha visto protagonisti anche testate di settore come Il giornale della protezione civile.it e il magazine Vita.

La comunicazione – Il Festival ha inoltre riscosso un grande impatto mediatico registrando 183 articoli su quotidiani e periodici della stampa nazionale e locale, 279 articoli sui magazine on-line e 6.291 tweet con l’hashtag #FdV2014, con il picco giornaliero di 1.957 cinguettii raggiunto l’11 aprile. L’intervento del premier Matteo Renzi, che insieme al presidente del Cnv Edoardo Patriarca e al direttore di Vita Riccardo Bonacina è salito sul palco, ha richiamato oltre 1.300 persone. L’evento – organizzato nell’auditorium San Francesco grazie alla disponibilità della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca – è stato seguito in contemporanea da oltre 10 emittenti televisive nazionali e locali. Da ricordare inoltre che i posti riservati sotto al palco erano stati dedicati per metà alle istituzioni e per metà ai volontari. Circa 50 i servizi televisivi andati in onda nei quattro giorni del Festival.

Appuntamento al 2015 – “Il successo del Festival del volontariato 2014 – afferma Edoardo Patriarca, presidente Cnv – è andato oltre le nostre aspettative. A determinarlo sono state tutte le relazioni e le collaborazioni che abbiamo costruito in questi mesi. Mi piace prima di tutto ricordare le associazioni di volontariato locali che hanno fornito un supporto logistico imprescindibile. Oltre a loro, desideri ringraziare gli enti e le istituzioni del territorio, che hanno fornito patrocinio e sostegno, e tutti i relatori che sono accorsi a Lucca a dare il loro contributo gratuito di idee nei momenti di confronto. E un grazie va anche alle forze dell’ordine, la cui collaborazione è stata preziosa. La grande attenzione mediatica che il Festival ha ottenuto dimostra che in Italia c’è ancora spazio per far crescere e diffondere la cultura della solidarietà e dell’impegno civile. Anche i momenti di confronto con i rappresentanti delle istituzioni, cito fra tutti quelli con il presidente del Consiglio Matteo Renzi, con la presidente della Camera Laura Boldrini e coi ministri Stefania Giannini e Giuliano Poletti, sono stati utili e concreti, a dimostrazione che il volontariato è una parte fondamentale per il superamento della crisi a cui la parte migliore dell’Italia sta lavorando. Sono tutti motivi che ci spingono a continuare ad operare e a mettere in cantiere da subito l’edizione 2015″.

I protagonisti dell’ultima edizione – Tra coloro che hanno partecipato al Festival 2014 ricordiamo tra gli altri Matteo Renzi, Laura Boldrini, Stefania Giannini, Giuliano Poletti, Franco Gabrielli, Luibi Bobba, Cosimo Maria Ferri, Maria Grazia Cucinotta, Alan Friedman, Giangiacomo Schiavi, Giovanna Rossiello, Raffaele Luise, Riccardo Bonacina, Gianfranco Marocchi, Luigino Bruni, Nereo Zamaro, Luca Mattiucci, Marco Gasperetti, Luca Calzolari, Bruno Molea, Titti Postiglione, Carlo Fratta Pasini, Francesco Guasti, Giobbe Covatta, Luca De Biase, Stefano Zamagni, Silvia Costa, Gabriella Civico, Elisabetta Laganà, Roberta Palmisano, don Virginio Colmegna, Luisa Prodi, Franco Cardini.

 

Villaggio Solidale – Festival del Volontariato 2013 | Lucca 11 – 14 aprile 2013

Sono state ben 23mila le presenze complessive registrate nei quattro giorni del “Festival del volontariato – Villaggio Solidale“, promosso a Lucca dal Centro Nazionale per il Volontariato e giunto ormai al terzo anno. L’edizione 2013, la prima che si è svolta interamente nel centro storico della città toscana, ha più che raddoppiato il numero dei partecipanti, che un anno fa furono 10.500. Dall’11 al 14 aprile, nella sede centrale del Real Collegio e in tutti gli spazi che hanno ospitato le attività collaterali, hanno preso parte circa 3.500 addetti ai lavori e 300 associazioni di volontariato. Gli oltre 120 eventi – agli appuntamenti organizzati nelle 12 sale convegni hanno partecipato circa 11mila persone – hanno visto il coinvolgimento attivo di 500 tra ospiti e relatori.

Oltre 1.500 gli studenti delle scuole superiori arrivati a Lucca da tutta la Toscana per il Festival del volontariato. Alla staffetta della solidarietà hanno invece partecipato più di 1000 persone e 68 associazioni. Riguardo alla superficie ‘occupata’ dal Festival, ai 3mila metri quadrati del Real Collegio – dove erano presenti anche più di 60 espositori – si aggiungono i circa 10mila metri quadrati di piazze e spazi pubblici che hanno ospitato, fra le altre cose, anche il campo e i mezzi di protezione civile, con 220 volontari in divisa coinvolti in quattro giorni.

Ben 114 i partner della manifestazione, tra cui spiccano i sostenitori (con la partecipazione di tutte le istituzioni cittadine a cominciare dal Comune di Lucca, la Provincia di Lucca, le fondazioni bancarie, le categorie economiche e, non per ultimo, il sostegno del Cesvot), i patrocini del Ministero del lavoro e delle politiche sociale insieme a quello di 9 Regioni e dell’Anci, le 14 media partnership.

Nella settimana del Festival sono stati circa 330 i servizi su testate ed emittenti radiotelevisive locali e nazionali dedicate alla manifestazione. Tra gli eventi collaterali, di forte impatto sono state le quattro mostre a tema (dal carcere alla donazione), gli altrettanti spettacoli di ‘Teatro solidale’ promossi dalla Fondazione Bml, il progetto di comunicazione “Dentro tutti” (promosso da Cnv, M&C, Zelig e Smemoranda) per la sensibilizzazione dei giovani volontari, gli eventi di animazione in piazza (dall’accensione della fiaccola olimpica fino ai concerti e allo spettacolo conclusivo degli sbandieratori). Inoltre, nei giorni del Festival, il sito festivalvolontariato.it è stato visitato da 30.833 persone, che hanno visualizzato complessivamente 123mila pagine. Mentre sono 14.232 le foto visualizzate nei quattro giorni di manifestazione sul canale flickr del Cnv.

Tanti i nomi noti che hanno animato i convegni, fra cui Giacomo Panizza, Enzo Bianchi, Fabrizio Valletti, Linda Laura Sabbadini, Luca Telese,Franco Bomprezzi, Vera Negri Zamagni, Giovanni Maria Flick, Arturo Paoli, Emanuele Rossi, Pietro Barbieri, Fausto Casini, Paolo Anselmi,Marco Ricceri, Carlo Fratta Pasini, Stefano Granata, Francesco Vignarca, Enzo Iacopino, Pino Aprile, Carmen Lasorella, Piero Damosso,Luca Mattiucci, Giovanna Rossiello, Luca Martinelli e Romano Prodi che nell’ambito del Festival è intervenuto alla presentazione del libro diMassimo Toschi “Un abile per la pace”.

“La grande partecipazione del volontariato italiano e lucchese, delle istituzioni ed enti della città – ha commentato Edoardo Patriarca, presidente del Centro Nazionale per il Volontariato – è la dimostrazione che il Festival era necessario, che oggi più che mai c’è bisogno di rilanciare i nostri temi. A tutti quelli che hanno dato il loro contributo va la sincera riconoscenza del Cnv. Avevamo detto che solo con la solidarietà e con i valori del volontariato l’Italia potrà uscire dalla crisi che la attanaglia. Le quattro giornate di Lucca lo hanno dimostrato, sapendo aggregare tante energie anche in maniera sorprendente e inattesa. Questo entusiasmo e le proposte di rilancio che ci sono giunte sono la spinta migliore a proseguire in questa direzione e a mettere in campo da subito una nuova edizione per il 2014 ancora più ricca. L’appuntamento è quindi per il prossimo anno”.

 

Villaggio Solidale 2012 | Lucca 23 – 26 febbraio 2012

La seconda edizione di Villaggio Solidale si è chiusa facendo registrare circa 10.500 presenze complessive in quattro giorni. Ben 1.500 in più dell’edizione 2011, che si era conclusa con la visita di 9.000 persone. Al salone del volontariato italiano, che si è svolto al Polo Fiere di Lucca dal 23 al 26 febbraio, hanno preso parte 2.850 addetti ai lavori e 230 associazioni. Più di 50 gli eventi in programma, che hanno richiamato nelle 7 sale convegni circa 9.500 persone e 200 relatori.
Centinaia i bambini che hanno preso parte ai laboratori creativi, 250 i ragazzi delle scuole superiori arrivati da tutta la Toscana per l’evento “Scuola e volontariato”, oltre 600 i partecipanti complessivi al laboratorio “Spazio Comune” (che in due giorni ha visto la presenza di oltre 30 relatori). Sono stati 180 i volontari di protezione civile impegnati nel servizio sicurezza coordinati dal presidente del Radio Club Città di Lucca Cesare Pardini; mentre 83 i partner dell’edizione 2012 di Villaggio Solidale. Tra questi compaiono anche 3 Ministeri e 14 Regioni. Infine, lungo i 7.000 metri quadri espositivi, c’erano 80 espositori provenienti da tutti Italia. Mentre nei quattro giorni del salone, il sito ufficiale della manifestazione è stato visitato da 10.340 persone che hanno sfogliato complessivamente 28.460 pagine. Sono invece 458 coloro che si sono iscritti agli eventi in programma nel ricco calendario compilando il form on-line.

 

Villaggio Solidale 2011 | Lucca 17 – 20 febbraio 2011

Villaggio Solidale, la prima edizione della fiera nazionale dedicata al mondo del volontariato che si è tenuta a Lucca, dal 17 al 20 febbraio al Polo Fieristico (area ex Bertolli) ha chiuso con un ottimo successo di adesioni e di pubblico, superando tutte le aspettative. Sono state infatti oltre 9.000 le presenza complessive alla prima edizione della manifestazione che, nel dettaglio ha visto 7.000 metri quadri espositivi, con 70 espositori, 143 relatori intervenuti, 1.950 partecipanti addetti ai lavori provenienti da tutta Italia e 7.000 visitatori per 33 eventi culturali.

 

condividi: