Studi, ricerche e collegamento fra le associazioni

Scuola di volo

 

LOGO RT MIN SCUOLA DI VOLO

 

 

 

 

SCUOLA DI VOLO è un “Progetto approvato con D.D.R. 18515/18 con il contributo di Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e Regione Toscana”.

 

RICERCA PARTNER

Il CNV  ricerca 4 referenti territoriali (“antenne”) da formare nell’utilizzo delle procedure e degli strumenti previsti dal progetto.

Requisiti richiesti: 
– Esperienze in ambito di progetti scuola-volontariato/Terzo settore, progetti di alternanza scuola-lavoro
– Esperti nel settore Politiche giovanili
– Educatori

 

IL PROGETTO

Output e obiettivi.
Output del progetto saranno percorsi di orientamento e formazione indirizzati ai ragazzi delle scuole con un punto di partenza nell’alternanza scuola-lavoro (area 16-18 anni), per poi accedere successivamente al Servizio Civile e/o percorso di volontariato organizzato all’interno di un’associazione (area 18-29 anni).
Obiettivo del progetto è anche di riuscire a riconoscere e certificare le competenze dei ragazzi acquisite durante tutto il percorso.

  • L’Alternanza scuola-lavoro è una modalità didattica innovativa, che attraverso l’esperienza pratica aiuta a consolidare le conoscenze acquisite a scuola e testare sul campo le attitudini di studentesse e studenti, ad arricchirne la formazione e a orientarne il percorso di studio e, in futuro di lavoro, grazie a progetti in linea con il loro piano di studi.
    Il percorso di alternanza scuola lavoro sarà oggetto di verifica e valutazione.
  • La certificazione delle competenze acquisite con il lavoro volontario è un metodo di riconoscimento non solo delle conoscenze) e le abilità dei ragazzi, ma anche le loro competenze in contesti reali o verosimili, acquisite all’interno di un percorso.

Lo strumento.
Lo strumento attraverso cui si conseguiranno gli obiettivi descritti sarà il trasferimento delle competenze del Centro Nazionale per il Volontariato ad altri territori della Regione Toscana, così da sviluppare le attività del Centro legate allo sviluppo delle risorse umane, al management e l’esperienza ventennale in materia di Scuola e Volontariato e gestione del Servizio Civile, al fine di creare una rete di servizi per il territorio.

  • Il Centro Nazionale per il Volontariato ha iniziato la sua esperienza nel campo del Servizio Civile nel 2000. Successivamente, con i progetti “Aral” e “Aral Rete”, l’attività del Cnv si è caratterizzata per la capacità di fare rete con diverse realtà del territorio: associazioni, aziende sanitarie e enti locali, scuole. Diversi i settori coinvolti: assistenza a minori, adulti e disabili, supporto immigrati e profughi, educazione e promozione culturale, attività di tutoraggio scolastico, protezione civile.
    Attualmente le sedi accreditate con il Cnv nella provincia di Lucca sono circa 250. Dal 2001 al 2018, complessivamente sono stati realizzati circa 90 progetti, con complessivamente quasi 1.000 posti messi a bando.

Modalità di realizzazione.
La modalità di realizzazione prevede un percorso di capacity building così strutturato:
1. descrizione delle competenze (standard delle procedure);
2. formazione degli operatori di progetto;
3. creazione di un’infrastruttura cloud di back-office condivisa per gestione delle attività (comprensiva di un servizio di help-desk);
4. creazione di una struttura documentale condivisa;
5. interazione sinergica con i servizi a rete erogati da Cnv:
a. eventi di promozione del volontariato (Festival Italiano del Volontariato);
b. rete di partenariato progetto ex Scuola e Volontariato;
c. area comunicazione e social;
d. accordo quadro Cnv- MIUR.

  • Nel perseguire i suoi obiettivi, il CNV, ha portato avanti una cultura dell’inclusione favorendo anche il ‘reclutamento’ di giovani volontari grazie a progetti come “Scuola e volontariato”.
    Il Progetto sviluppato sull’intreccio fra gli studenti delle scuole superiori e le realtà locali impegnate nel volontariato con l’obiettivo di formare giovani dai 15 ai 19 anni a cittadinanza attiva, solidarietà e bene comune. Le attività svolte hanno visto laboratori, incontri, visite e stage presso associazioni di volontariato, attività pomeridiane, scolastiche e extrascolastiche e anche attività estive di impegno e riflessione.

Il bando.
La Regione Toscana ha approvato l’avviso pubblico per la concessione di contributi in ambito sociale a soggetti del terzo settore che si inquadra nel percorso stabilito dall’atto di indirizzo adottato dal Ministero del lavoro e delle politiche sociali all’interno del “Codice del Terzo settore” che, dopo aver individuato gli obiettivi generali, le aree prioritarie di intervento e le linee di attività finanziabili, destina una parte delle risorse finanziarie disponibili alla promozione ed al sostegno di iniziative e progetti a rilevanza locale.

Obiettivi, aree di intervento e attività.
Il progetto che il Centro Nazionale per il Volontariato propone ha come obiettivi il favorire percorsi di tutela e promozione della salute e del benessere; promuovere un’educazione di qualità che favorisca l’accesso all’apprendimento lungo tutto l’arco della vita e andar contro la disoccupazione e le disuguaglianze, con azioni volte alla crescita delle opportunità occupazionali e della qualità del lavoro.

Le aree di intervento del progetto riguarderanno lo sviluppo della cultura del volontariato, in particolare tra i giovani e all’interno delle scuole; l’opposizione a condizioni di fragilità e di svantaggio della persona con l’obiettivo di intervenire sui fenomeni di marginalità e di esclusione sociale, con particolare riferimento ai migranti; lo sviluppo delle reti associative del Terzo settore e rafforzamento della loro capacity building, funzionale all’implementazione dell’offerta di servizi di supporto agli enti del Terzo settore.
Le attività in intervento del progetto saranno indirizzate quindi sull’educazione, istruzione e formazione professionale, insieme a attività di promozione e diffusione della cultura e della pratica del volontariato attraverso anche una formazione extrascolastica; saranno incrementati servizi strumentali ad enti del Terzo settore; le attività saranno inoltre indirizzate all’integrazione sociale dei migranti e alla promozione della cultura della legalità e difesa non armata.

 

Info:

Centro Nazionale per il Volontariato
Via A. Catalani, 158 Lucca
Tel. 0583 419500
Fax 0583 1809906
cnv@centrovolontariato.it

 

 

condividi: